SOLE_AW_RADA_SCHIENA_flat.jpg

SOLE

Cast artistico: Sandra Drzymalska, Claudio Segaluscio, Bruno Buzzi, Barbara Ronchi, Marco Felli

Regia: Carlo Sironi Sceneggiatura: Carlo Sironi, Giulia Moriggi, Antonio Manca Direttore della fotografia: Gergely Pohárnok Montaggio: Andrea Maguolo Scenografia: Ilaria Sadun Costumi: Olivia Bellini Produttori: Giovanni Pompili - Kino produzioni | Agnieszka Wasiak - Lava Films

Paese: Italia-Polonia Stato: In produzione

Con il contributo del MiBAC, e il sostegno di Eurimages, Polish Film Institute, IDM Südtirol – Alto Adige Film Fund & Commission (BLS), in collaborazione con Rai Cinema

SINOSSI

Ermanno passa i suoi giorni tra piccoli furti e slot machine, in attesa di una svolta nella sua vita. Lena arriva in Italia per vendere la bambina che porta in grembo e poter così iniziare una nuova vita. I due fingono di essere una coppia in modo che Fabio, lo zio di Ermanno, sterile e disposto a pagare per avere la figlia che lui e sua moglie Bianca non possono avere, possa ottenere l'affidamento della bambina in maniera veloce attraverso un'adozione tra parenti. Per procedere con l'adozione però, Ermanno e Lena devono essere convincenti agli occhi di tutti. Sole, la bambina, nasce prematura e deve essere allattata al seno prima di essere consegnata a Fabio e Bianca. Lena è in difficoltà e cerca di restare fredda e negare il legame con la figlia. Un muro di silenzio si alza tra lei ed Ermanno, che inizia a prendersi cura della bambina come se fosse sua. 

INTENZIONI

“Nei miei lavori precedenti ho raccontato il complesso percorso per diventare genitori. L'ho fatto attraverso storie fuori dall'ordinario ma profondamente legate a una ricerca sulla realtà. Sono affascinato da questo particolare momento della vita perché trovo che sia universale e allo stesso tempo diverso e personale per ognuno di noi. Quando avevo vent'anni sarei potuto diventare padre, ma abbiamo deciso di interrompere la gravidanza. È stata una scelta molto difficile e da quel momento ho incominciato a immaginare come sarebbe la mia vita se fossi diventato padre. E poi mi sono chiesto: che cosa significa diventare padre? Che cosa significa diventare genitori? Ho capito che per me non ha a che fare con il metter al mondo un creatura con il proprio corredo genetico, ma sopratutto con la responsabilità, un cambio di approccio rispetto alle proprie prospettive. Allora mi sono chiesto se potrei diventare il padre di un bambino non biologicamente mio, un percorso meno usuale ma non per questo meno concreto. Sole è un tentativo di rispondere a questa domanda”. Carlo Sironi